CLINICAL GOVERNANCE: UN APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE NELLE RSA

I Protocolli fondamentali

By 15 febbraio 2019

Opzioni

14 marzo 2019

Sede: Residenza Monsignor Luigi Olgiati, Via Giovanni Boccaccio 354. Sesto San Giovanni (MI)
Data inizio 14 marzo 2019    Data fine 11 maggio 2019
ID ECM: 5452-255097 Ed. 1  Crediti 26,9
Responsabile scientifico: Prof. Gianmaria Battaglia
Curricula Faculty: Leggi

Razionale

Nell’attuale scenario dell’attività clinica il medico che lavora in RSA riceve poca attenzione, considerando talvolta questo ambito operativo non meritevole di approfondimenti ulteriori a quanto richiesto per operare negli altri ambiti di base. In realtà il lavoro nelle strutture socio sanitarie residenziali per anziani fragili richiede competenze ed approcci specifici e le strutture riscontrano nei medici, particolarmente i più giovani, una impreparazione conseguente ad un piano di studi universitario volto primariamente alla gestione delle acuzie.
In nessun caso l’attività medica in RSA può essere vista come una gestione di acuzie e “piccole urgenze interne”, ma è un’attività di presa in carico sia della salute che della malattia, quindi del percorso fisiopatologico che lega malattia a e disabilità, con attuazione di programmi di terapia che si integrano con i programmi di sostegno globale alla persona, attuati dall’equipe di cura. Il medico non interviene ad “aggiustare il guasto” ma è corresponsabile della qualità della vita e di cura del residente nella struttura (SIGG, Linee Guida per RSA, 2003), intendendo la “RSA
non come “contenitore di fragilità”, ma come protesi di sostegno al benessere dei residenti, familiari. Si tratta cioè di praticare una terza via tra “riabilitazione” –tra l’altro frustrante per la mancanza di risultati, irraggiungibili in considerazione delle caratteristiche degli ospiti e “assistenza” -frustrante per la mancanza di obiettivi, vedendo nel benessere (del malato, della famiglia, degli operatori) l’obiettivo principale da raggiungere e costruendo la RSA come una protesi complessa di sostegno di tale benessere, fatta di struttura, persone, attività. (Prof. F.M. Antonini
da “Etica della responsabilità in Geriatria”).
L’iniziativa si rivolge ad un numero limitato di Medici Chirurghi di diverse specializzazioni, Psicologi e infermieri, operanti in RSA, anche provenienti da diverse realtà organizzative. Per l’adesione al corso non sono richiesti particolari requisiti di esperienza in ingresso.

Gli obiettivi formativi dell’iniziativa sono orientati alla promozione del ruolo dell’operatore sanitario (medici e infermieri) e dello psicologo come gestore complessivo del benessere dell’ospite attraverso appositi protocolli, sviluppati con la metodologia dei PDTA attraverso le sessioni pratiche del corso. Leggi di più nel programma

Obiettivo formativo nazionale ECM
Documentazione clinica. percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza – profili di cura (3)

Destinatari del Corso
Professioni e Discipline sanitarie: Infermiere (Infermiere); Psicologo (Psicologia, Psicoterapia); Medico Chirurgo (Geriatria, Medicina Interna, Medicina Generale – medici di famiglia, Direzione medica di presidio ospedaliero, Psicoterapia, Psichiatria)

Provider ECM

LETSCOME3 S.r.l. ID ECM: 5452
Via della Bufalotta 374 – 00139 Roma
Telefono +39 06 91502790

www.letscome3.it


Partner e Segreteria in loco
Fondazione Istituto Geriatrico La Peluca Onlus
Via Campanella 8/10 – 20099 Sesto San Giovanni  MI

Per info iscrizioni contattare e.sanvito@fondazionelapelucca.org

LE ISCRIZIONI SONO CHIUSE

 Programma lavori: Scarica Pdf

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

ISCRIZIONI CHIUSE

L’iscrizione al Corso è obbligatoria è deve essere effettuata tramite il modulo on line disponibile in questa pagina. Fino ad esaurimento posti (25 partecipanti).

La quota di partecipazione è di euro 150. L’attestazione di pagamento dovrà essere allegata contestualmente alla compilazione del modulo di iscrizione.

Coordinate per il versamento:

Iban: IT90D0845320706000000015350

Causale: Iscrizione corso ECM ID 5452-255097

Nella causale deve essere indicato il Nome/Cognome del partecipante